Giravolte e ragazzi di vita: Io peccatore mi confesso, e mi autoassolvo

“La mia colpa è lontana … Ah, ma quale preghiera formulerò?
“Perdona il mio turpe assassinio”?
No certo, perché ancora posseggo i frutti dell’assassinio:
la mia corona, la mia ambizione, la mia regina.
Si può essere perdonati e tenersi il delitto?”
William Shakespeare, “Amleto”, Atto Terzo, Scena Terza, monologo del Re Claudio.

Nel primo pomeriggio del 16 marzo 2020, Kristalina Georgieva, direttrice del FMI, ha buttato via 50 anni di austere ricette economiche imposte – spesso letteralmente – a sangue e fuoco.

Leggi tutto “Giravolte e ragazzi di vita: Io peccatore mi confesso, e mi autoassolvo”

Chiudere le borse, mettere sotto controllo i movimenti di capitale

“Sotto un lampione c’è un ubriaco che sta cercando qualcosa.
Si avvicina un poliziotto e gli chiede cosa ha perduto.
«La mia chiave» risponde l’uomo e si mettono a cercare tutti e due.
Dopo aver guardato a lungo, il poliziotto gli chiede se è proprio sicuro di averla persa lì.
L’altro risponde: «No, non qui, là dietro; solo che là è troppo buio»”.
Paul Wastlawick, Istruzioni per rendersi infelici”

“Tutto ciò che è solido si dissolve nell’aria, tutto ciò che è sacro viene profanato,
e l’uomo
è infine costretto ad affrontare con lucidità le reali condizioni della sua vita
e le sue relazioni con i suoi simili
Karl Marx, “Miseria della filosofia”

Giovedì 12 marzo 2020 si è registrata la più recente tra le giornate nere delle Borse:

Parigi -12,28%, Londra -10,87%, Francoforte -11,43%, Bruxelles -14,21%, Madrid – 14,06%, Milano -16,92 %. A New York, Dow Jones (indice industriale) -9,99%, Nasdaq (indice tecnologico) -9,43%, S&P500 (indice delle 500 aziende principali) -9,51 %. Contemporaneamente, crollavano anche le borse asiatiche, latinoamericane e africane.

Venerdì 13 marzo la Federal Reserve degli Stati Uniti (FED) annunciava il piano più aggressivo di stimolazione finanziaria varato dopo il 2008, anno d’inizio della Grande Recessione: tassi d’interesse a zero e acquisti di attivi nelle borse per 700 miliardi di dollari.

Leggi tutto “Chiudere le borse, mettere sotto controllo i movimenti di capitale”

Grecia: dal saccheggio al latrocinio

DELIGNE / Gaglecartoons

“Vanno in scena due medici e uno dice all’altro:
«Sono molto contento di come ho curato un mio paziente».
«Ah, è guarito?».
«No, è morto. Ma secondo le regole…»
«Son ben sfacciati i malati a pretendere che voialtri dottori li facciate star bene»
«Verissimo!
Noi siamo tenuti solamente a trattare i clienti nelle debite forme, prendere lo stipendio, ordinare medicine, quanto al guarire, ci pensino loro!»
«Ma, che forse scopo della medicina è guarire i malati?
Noo, semmai è seguire le procedure»”

Molière[1]

Lo scorso 21 giugno l’Eurogruppo ha concesso la terza – e teoricamente ultima – tranche del “riscatto” della Grecia mettendo fine ad 8 anni di iniezioni di denaro condizionate all’applicazione implacabile del neoliberismo tramite tagli e “riforme”.

Con i 15 miliardi di euro di questa terza fase del “riscatto”, dal 2010 ad oggi sono stati trasferiti alla Grecia, 288,7 miliardi di euro.

Nelle vesti tipiche dei loro rispettivi mestieri, propagandisti politici, propagandisti giornalisti e propagandisti economisti, hanno Leggi tutto “Grecia: dal saccheggio al latrocinio”