Los condenados, círculo latinoamericano

“Está todo muy bien, señora marquesa.
Pero tengo que decirle, señora marquesa,
que habiendo sabido que estaba arruinado,
apenas se recuperó de la sorpresa el señor marqués se suicidó.
Después de haber amontonado los muebles derramó las velas
y le dio fuego a todo el castillo que se quemó completamente
desde abajo hasta arriba.
Porque el viento soplaba, el incendio se propagó velozmente a las caballerizas
y en menos que canta un gallo,
murió también vuestra potranca.
Pero, por lo demás, señora marquesa, esta todo muy bien,
tout va très bien”.
Ray Ventura et ses collégiens, “Tout va très bien, Madame la marquise”, 1935

Soy, trato de ser, un sentipensante.

Entiendo decir que la educación, las reflexiones, el aprendizaje … me llevan a tratar de conjugar mis escasos conocimientos con los sentimientos y el cuerpo y, por reflejo, con el quehacer teórico y práctico. Y viceversa;

que rechazo coscientemente el límite fijado por la sola observación de cuanto sucede masticando palomitas de pop corn;

Leggi tutto “Los condenados, círculo latinoamericano”

I dannati, girone latinoamericano

Va tutto benissimo signora marchesa.
Ma, ecco, bisogna che vi dica signora marchesa,
che venendo a sapere di essere rovinato,
non appena si recuperò della sua sorpresa,
il signor marchese si è suicidato.
Dopo avere accatastato le suppellettili ha rovesciato le candele e dato fuoco a tutto il castello
che si è consumato dal basso in alto.
E, poiché il vento soffiava, l’incendio si è propagato velocemente alle scuderie e,
in un attimo,
la vostra giumenta è morta.
Ma, oltre questo, signora marchesa, va tutto benissimo,
tout va très bien”.
Ray Ventura et ses collégiens, “Tout va très bien, Madame la marquise”, 1935

Sono, cerco di essere, un sentipensante.

Intendo dire che l’educazione, le riflessioni, l’apprendistato … mi portano a cercare di coniugare le mie scarse conoscenze con i sentimenti, col corpo e, di riflesso, col fare. E viceversa.

Leggi tutto “I dannati, girone latinoamericano”

Ore di rabbia e tristezza per il golpe in Bolivia

11.11.2019 – Javier Tolcachier – www.pressenza.com

La cronologia dirà che il 10 novembre 2019, Evo Morales Ayma, presidente costituzionale della Bolivia, ha rassegnato le dimissioni.

Leggi tutto “Ore di rabbia e tristezza per il golpe in Bolivia”

In Bolivia il golpe è arrivato

In Bolivia il golpe si è consumato.
Poiché l’analisi richiede sempre un minimo di distanza, credo sia meglio far passare la notte prima di provarci davvero.
Mi limito per ora a piccole considerazioni, di pancia e di cuore.
Non me ne vergogno, perché penso che senza il corpo, ogni analisi resta al massimo uno sterile esercizio di sudoku.

Leggi tutto “In Bolivia il golpe è arrivato”

Su preti e preti, ovvero, sul parruccone Ruini e il parroco Hernández


Piccolo omaggio a Eugenio Melandri

Poiché il modello di esproprio collettivo funziona dovunque, alla fine del 2019 oltre il 35% del territorio dell’Honduras è già stato ceduto in concessione a progetti estrattivi ed energetici.
I progetti approvati sono ben 302.

Leggi tutto “Su preti e preti, ovvero, sul parruccone Ruini e il parroco Hernández”

Como sera el lunes chileno?

Pienso que en buena medida depende de como seran el domingo argentino y uruguayo
Si en Argentina el fraude electoral permite que Macri llegue al segundo turno y en Uruguay el Frente Amplio no se posiciona bien para el segundo turno, el gobierno chileno endurecera su posicion
Y viceversa
Y lo que sucedera en Chile marcara el martes ecuatoriano y boliviano
Y todos juntos narcaran el miercoles peruano y el jueves venezolano
Como nunca, los procesos latinoamericanos se condicionan mutuamente
Y la solidaridad popular regional adquiere una importancia palpable

Leggi tutto “Como sera el lunes chileno?”

Desafinados (Scordati)

L’europarlamento ha deciso che i porti resteranno chiusi ai profughi e alle navi delle ONG.
I pentastellati si sono astenuti. Sono 14.
La maggioranza ha deciso la chiusura per due (2) voti

L’europarlamento ha votato a larga maggioranza contro la richiesta di una discussione in aula sulla situazione cilena (293 contro 106)
Buona parte degli europarlamentari del PD ha votato per impedirla

A commento di queste due decisioni mi vengono in mente solo espressioni vietate dalle leggi e dai modi civili

Meglio limitarsi ad una tautologia:
“La derecha y la izquierda unidas, jamas seran vencidas”

Come a dire
Alleluia
I funzionari funzionano
Glii operai operano
Gli asini asinano
I vescovi vescovano
Gli impiegati impiegano
I pirla pirlano
I bari barano ed i nullafacenti nullafacciono.
Tutto è giusto e normale.

Argentina e Uruguay al voto

Domenica 27 si vota in Argentina e Uruguay
Come ho scritto precedentemente (vedi “il paesaggio sudamericano durante la tormenta”, rodrigoandrearivas.com), il responso sarà determinante per il futuro prossimo della regione
Perciò ripropongo questo testo. Per chi sia interessato, sempre nel mio blog trovera diversi articoli dedicati
Macri lascia un paese in stato agonizzante ma ciò non basta a garantire che sia rimandato a casa senza onori.
Mi riprometto di aggiornare l’analisi nei prossimi giorni prima del voto
So di essere in debito con gli amici della banda orientale del Rio de la Plata
Spero che l’andazzo del Cile mi permetta di farlo presto
Forse interesserà a pochi, ma interessa a me
Intanto, a scanso di improbabili equivoci
W IL FRENTE AMPLIO
W FERNANDEZ-FERNANDEZ
Come scriveva Rafael Alberti,
“A GALOPPARE, A GALOPPARE,
FINO AFFONDARLI NEL MARE”

EL SANTIAGAZO


Segundo tentativo de lectura provisoria y, por ende, sujeta a todo tipo de errores y de sucesivas correcciones
Mañana italiana del 21 de octubre de 2019

La vision del gobierno chileno (en sentido amplio)
Fase 1: permitir el caos
Fase 2: aumentar el caos
Fase 3: encerrarlos en casa para escapar del caos
Fase 4: la población pide a gritos finalizar el caos
Fase 5: desembarca la mano dura

Leggi tutto “EL SANTIAGAZO”